L'Accademia ha scelto come numi tutelari e ispiratori della sua missione culturale artisti, uomini di pensiero e persone celebri del tempo passato, che furono compagni di vita e spesso cantori di gatti famosi.
Primo fra tutti Giordano Alberghini, manager aziendale, ideatore dell'Accademia dei Gatti Magici, poi LEONARDO da VINCI, uomo d'arte, scienza, tecnica, naturalista e animalista: un genio universale, particolarmente amante dei gatti. Leonardo studiò accuratamente il gatto, la sua costituzione fisica, la sua abilità, il suo comportamento e il suo stile di vita. Lo definì "Capolavoro della Natura" e volle dipingere " questa meraviglia del Creato in braccio al Creatore". E coraggiosamente, perché in quei tempi il gatto era ritenuto una presenza diabolica.
Sono quasi quattromila gli Accademici del Tempo Passato che abbiamo scelto come numi tutelari, tra i quali:
Dante Alighieri, Cleveland Amory, Guillaume Apollinaire, Honoré de Balzac, Jacopo Bassano, Charles Baudelaire, Johachim du Bellay, Pierre Bonnard, Jorge Luis Borges, George Brassens, Fra Raffaele da Brescia, Jan Breughel le Vieux, François Boucher, Giordano Bruno, Lewis Carrol, Louis Ferdinand Céline, Marc Chagal, Jules Husson detto "Champfleury", Charles Chaplin, François René de Chateaubriand, Winston Churchill, Jean Cocteau, Colette, Carlo Collodi, Confucio, Gabriele D'Annunzio, Eduardo de Filippo, Eugène Delacroix, Charles Dickens, Gustave Doré, Alexandre Dumas, T.S. Eliot, Léonard Tsuguharu Foujita, Jean Honoré Fragonard, Anne Frank, Paul Gallico, Théophile Gautier, Franco Gentilini, Domenico Ghirlandaio, Alberto e Diego Giacometti, Nikolaj Vasulevic Gogol, Johann Wolfang Goethe, Francisco Goya, J.J. Grandville, Papa Gregorio Magno, Papa Gregorio II e III, Ernest Hemingway, E. T. Hoffmann, William Hogart, Victor Hugo, Aldous Huxley, John Keats, Rudyard Kipling, Ernest Ludwig Kirchner, Paul Klee, Gustave Klimt, Lenin, Edwar Lear, Paul Léautaud, Papa Leone XIII, Abramo Lincoln, Pierre Loti, H.P. Lovecraft, Louis XIV, Louis XV, Edward Verral Lucas, Compton Mackenzie, Stephane Mallarmé, Edouard Manet, Giorgio Manganelli, Maometto, James Mason, Jules Massenet, Henri Matisse, Antonello da Messina, Joan Mirò, Pierre Monnier, saggista, Marino Moretti, Pablo Neruda, Ippolito Nievo, Charles Perrault, Francesco Petrarca, Pablo Picasso, Edgar Allan Poe, Madame de Pompadour, Augustin Paradis de Moncrif, Pontormo, Jacques Prévert, Maurice Ravel, Pierre August Renoir, Cardinal de Richelieu, Riainer Maria Rilke, Gianni Rodari giornalista, poeta, scrittore, Theodore Roosvelt, Jean Jacques Rousseau, Doganiere Rousseau, Umberto Saba, Luigi Santucci, Erik Satie, Domenico Scarlatti, Albert Schweitzer, William Shakespeare, George Simenon, Théophile Alexandre Steinlen, Frank Svinnerton, Hippolyte Taine, Torquato Tasso, Tintoretto, Mark Twain, Giuseppe Ungaretti, Susanne Valadon, Paul Valéry, Luchino Visconti, regina Vittoria, William Butler Yeats, Emile Zola.
Ora chiediamo la Vostra collaborazione, invitandoVi a scriverci:
- se in questo elenco ristretto di accademici "citati" ritenete indispensabile inserirne altri;
- se volete proporci di aggiungere nel catalogo generale degli Accademici del passato, inviateci i loro nomi e, se non sono giÓ stati considerati, li aggiungeremo.
 
 

SENATO ACCADEMICO

"Il n'y a pas de chat accadémicien.
Quel chat digne de ce nom
accepterait d'aller tirer trente-neuf
sonnettes pour un seul fauteil?"


"Non v'è gatto accademico.
Quale gatto degno di questo nome
accetterebbe di scrivere trentanove
sonetti per una sola poltrona?"


Disegno e lettera di François Coppée

L'Accademia chiama a farne parte coloro che nel nostro tempo si sono affermati nelle arti e nelle attività culturali e per i quali i gatti sono stati compagni di vita, testimoni e spesso ispiratori nel loro lavoro e li nomina Accademici dei Gatti Magici, affinché promuovano gli ideali e i fini dell'Accademia.

ALBO D'ORO DEL SENATO ACCADEMICO
L'Accademia vuole ricordare in modo particolare gli illustri amici che con noi in questi anni hanno costituito l’Accademia dei Gatti magici e con la loro fama sono stati garanti della serietà e del valore culturale della nostra azione accademica, ma poi purtroppo ci hanno lasciato. Hanno raggiunto quel "mondo originario" dove sole, luna, comete e stelle brillano incontaminati e dove i gatti del nostro passato, liberi dai vincoli materiali, corrono, saltano, sonnecchiano e giocano in beatitudine eterna: Balthus, Dario Bellezza, Laura Betti, Jorge Louis Borges, William Burroughs, Mario Canciani, Camilla Cederna, Ulrich Klever, Luce D'Eramo, Leonor Fini, Earle Stanlej Gardner, maria Cristina Guidotti, Bruno Lauzi, Fiora Leone, Enrichetta Leospo, Anna Magnani, Rossella Mancini, Franco Mannino, Jousè Moinaut, Pierre Monnier, Louis Nucera, Ippolito Pizzetti, Francesco Pennisi, Adriana Pincherle, Philippe Ragnenean, Mirella Rodriguez Lo Savio, Colette Romain, Mario Rossi, Giorgio Saviane, Lorenzo Vespiniani, Luchino Visconti, Marco Visconti.


ACCADEMICI ITALIANI
Ne fanno parte molti artisti e uomini di pensiero gattofili del nostro tempo, fra i quali, in Italia: Francesco Antonini, Professore Emerito di Gerontologia e Geriatria dell'Università di Firenze, Giorgio Armani, stilista, Alberto Asor Rosa, critico letterario, Romola Bellandi, pittrice, Maurizio Calvesi, critico e storico d'arte, Accademico dei Lincei, Franco Cardini, storico, Direttore del Dipartimento di Storia dell'Università di Firenze, Carma, pittrice e poetessa, Pietro Citati, scrittore, Igina Colabucci Balla Pittrice e Scultrice, Giorgio Celli, entomologo, scrittore, Antonio Ciccone, pittore, Ferdinando Codognotto, pittore, Roberto de Simone, compositore e regista, Gianfranco de Turris, scrittore e giornalista RAI, Sergio Donadoni, archeologo, Professore Emerito di Egittologia dell'Università La Sapienza di Roma, Vittorio Feltri, giornalista, scrittore, Ada Gentile, compositrice, Presidente del Conservatorio di Santa Cecilia, Lucio Gatteschi, pittore, Noemi Israel giornalista pubblicista, scrittrice, Paolo Limiti, cantautore e ricercatore culturale della canzone, Silvio Loffredo, pittore, Silvana Lonardi, pittrice, Danilo Mainardi, etologo, scrittore, docente dell'Università Ca' Foscari di Venezia, Dacia Maraini, scrittrice, Milena Milani, scrittrice, Ennio Morricone, musicista e premio Oscar per la Carriera, Nicoletta Maria Cristina Nuzzo, scrittrice e potessa, Gino Paoli, cantautore, Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani, Fulco Pratesi, Presidente del WWF Italia,  Girolamo Sirchia, medico, Claudio Strinati, Sovrintendente per il Polo Museale Romano, Piero Tosi, costumista teatrale e cinematografico, Franca Valeri, attrice e regista, Alessandro Vezzosi, storico d'arte e Direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci, Sergio Zavoli, giornalista, scrittore, Senatore della Repubblica Italiana.

ACCADEMICI ESTERI
Un folto gruppo di Accademici è in Francia, Germania, Svizzera, Olanda, Gran Bretagna, Belgio, Marocco e Giappone: Andrea Anderman, regista e produttore, Brigitte Bardot, attrice, Alain de Benoist, storico, saggista, Yves Berger, scrittore, Donald Engels, storico felino, scrittore, docente di storia all'Università dell'Arkansas, Erle Stanley Gardner, giallista, Gerhard Goebel, scrittore, filologo e musicista, Louis Godart, archeologo, Accademico dei Lincei, Jean Louis de Grain Court, scrittore, giornalista, Joanna Hair, scultrice, P.D James, giallista, Anne Lan, pittrice su seta, Marc Laudelout, saggista, Walter Rainer Leonardt, pittore, Robert de Laroche, scrittore, Doris Lessing, scrittrice e Premio Nobel della Letteratura, Dedé Moser, incisore e pittrice, Evelyne Nicod, incisore, Serge Perrault, danzatore, Philippe Ragueneau, scrittore, Ruth Rendell, giallista, Michelle Saquin, conservatrice della Biblioteca Nazionale di Francia, Yukari Saito, scrittrice, Alain Soulie' Presidente del Club Chat Siamois Ancien, Doreen Tovey, scrittrice, Marie Tuffreau, archeologa, pittrice e poetessa, Denis C. Turner, etologo e scrittore, Fran Venet, pittrice, Frédéric Vitoux, scrittore, Accademico di Francia, James Herriot, scrittore e veterinario britannico.
Il Senato Accademico a ragione può considerarsi l'INTELLIGHENZIA DELLA CULTURA DEL GATTO.

MAESTRI ACCADEMICI
Sono insigniti di questo titolo gli Accademici che, per la loro opera culturale e la loro fama, hanno diritto di essere accolti nel Parnaso Felino degli Immortali: Marina Alberghini, incisore e scrittrice, Consigliere Culturale e Storica Felina dell'Accademia, Edda Bresciani, archeologa, Professore emerito di Egittologia dell'Università di Pisa, Accademico dei Lincei, Antonio Manzi, pittore, scultore, ceramista, Bob Meijer, collezionista e fondatore del KattenKabinet di Amsterdam, Bernard Vercruyce, pèintre à chat .

RELATORI ACCADEMICI
Sono esperti nei diversi campi del sapere, che vengono chiamati a far parte del Senato Accademico a tempo determinato per incarichi di ricerca, di studio e di promozione su determinati temi e problemi, riguardanti la Cultura del Gatto o per la realizzazione di programmi accademici.